Markus Pucher

Markus Pucher è un professionista che lavora come guida alpina e di canyoning, oltre che come maestro di sci. Cresciuto nella Maltatal, una remota valle della Carinzia, in Austria, mise per la prima volta occhi, mani e piccozza su una parete verticale quando aveva solo 14 anni. Da allora, la montagna non ha mai smesso di chiamarlo. Negli ultimi vent’anni, Pucher ha scalato numerose vette nelle Alpi, in Tibet e in Patagonia, e, fra le sue principali imprese come scalatore, ha all‘attivo numerose prime ascensioni, soprattutto in Himalaya.

Oggi Pucher è uno degli alpinisti “a tutto tondo” più esperti e rispettati a livello mondiale. Ma mentre i suoi clienti apprezzano sicuramente moltissimo la sua affidabilità e il senso di responsabilità su terreni impegnativi come l’Eiger e la parete settentrionale del Cervino, a lui piace spingersi oltre i limiti, “over the top”.

Il 13 gennaio 2013 si è assicurato un posto nella storia del mountaineering scalando in stile free solo (in solitaria e senza corde di supporto) la famigerata  via Ferrari sul Cerro Torre, in Patagonia. In seguito, ha dichiarato di essersi sentito “perfettamente a suo agio, come se appartenesse a quel luogo,” mentre si apriva la strada lungo la parete ghiacciata del versante occidentale del Torre, con le dita congelate e  completamente solo: il tutto in appena 3 ore e 15 minuti. 

Il Cerro Torre potrebbe in effetti sembrare la sua seconda casa, dopo i tre anni trascorsi a lavorare come guida di montagna per il film di Red Bull Media House, ma Pucher non dimentica mai le proprie origini: “Le montagne sono sempre una fantastica evasione,” dice, “ma per me la cosa più bella è tornare a casa e vedere i visetti sorridenti delle mie due bambine. Questo mi aiuta a dare una prospettiva alle mie imprese.”
Markus Pucher vive e lavora a Gendorf, in  Austria, con la sua famiglia.

Markus Pucher